Esposizione permanente interattiva

Casetta per le barche

All'ingresso al porto di Brioni Maggiore si vede chiaramente un edificio insolito: la Casetta per le barche. La Casetta fu costruita nel 1902 in stile secessionista dell'architettura austroungarica, e ancora oggi continua ad affascinare i visitatori. Era la casa dove abitava il medico isolano Otto Lenz, dal quale la casetta ha preso pure il nome “la Casa del Dottore”.
Casa del dott. Otto Lenz

Centro interpretativo-educativo

Nella casa per le barche è stato recentemente aperto un centro interpretativo-educativo del Parco nazionale delle Brioni.

Esposizione permanente

Questa nuova esposizione permanente viene presentata in modo innovativo e interattivo. Ai visitatori viene data la possibilità di scoprire, imparare e conoscere da soli una miriade di informazioni sul patrimonio storico-culturale e naturale delle isole.

Paul Kupelwieser, industriale austriaco che all'epoca era il proprietario dell'arcipelago fece costruire la Casetta per le barche in stile secessionistico nel 1902.

Dr. Otto Lenz

Appena entrati, avrete la possibilità di conoscere il medico Lenz che abitava e lavorava nella casa. Assieme alla famiglia vi trascorse più di trent'anni, per cui la parte introduttiva della mostra parla della loro vita sull’isola, nonché di numerosi visitatori che ci soggiornarono all’inizio del XX secolo.

All’interno del centro interpretativo-educativo si trova l’esposizione permanente interattiva suddivisa in sei unità tematiche: “La macchina del tempo delle Brioni”, “Arcipelago delle Brioni”, “Mondo terrestre”, “Mondo sottomarino”, “Minacce” e “Coscienza”.

Stanze organizzate in base ai temi

Unità tematiche

La macchina del tempo delle Brioni

La macchina del tempo delle Brioni vi farà conoscere tutta la ricca storia delle Brioni. Conoscete le isole come area dove passeggiavano i dinosauri, come dimora di agricoltori, di produttori di olio d’oliva di alta qualità e di abilissimi scalpellini che lavoravano la pietra, nonché come luogo in cui vivevano dei visionari geniali e dove si svolgevano importanti eventi della storia recente. Dati i loro valori naturali, a molte isole delle Brioni viene applicato il regime di rigorosa tutela, per cui esse non sono accessibili al pubblico.

Mondo terrestre

In questa stanza, attrezzata come un laboratorio biologico di ricerca e un museo di storia naturale della fine del XIX secolo, vi viene offerta la possibilità di conoscere il ricco mondo della flora e fauna delle Brioni attraverso quattro habitat più significativi per le isole: i boschi, la macchia mediterranea, i prati e le acque interne. Tra l’altro, avrete la possibilità di esaminare diverse collezioni di insetti, sentire i profumi della natura mediterranea e i canti di diverse specie di uccelli.

Mondo sottomarino

Per conoscere il mondo sottomarino delle Brioni, i visitatori entrano in una stanza che ripropone l'atmosfera degli spazi interni di un sottomarino e dove, proprio come veri ricercatori, scoprono diverse curiosità sul mistico mondo marino. Godete di diversi filmati, attrazioni interattive, raccolte e giochi educativi.

Minacce

Nella stanza delle Minacce, con la musica ad alto volume e i colori scuri viene creata un'atmosfera drammatica che rappresenta le minacce per tutti gli habitat naturali e le conseguenze di irresponsabili comportamenti umani verso la natura e l'ambiente che ci circonda.

Coscienza

Nell'ultima unità tematica regnano la bellezza, l’abbondanza, la vitalità e l’armonia della natura, il che costituisce il messaggio visivo principale della stanza. La Coscienza vi ricorderà che tutta la gente fa parte dell’armonia e della perfezione della natura, nonché che ha una responsabilità verso tutte le forme di vita e la loro tutela. Vi viene presentata l'importanza delle aree protette che con la loro incontaminata bellezza, ricchezza e diversità costituiscono i valori di vita fondamentali e rappresentano uno dei beni naturali più preziosi.

Conoscete le Brioni in un modo moderno e interattivo e visitate il centro interpretativo-educativo “Casetta per le barche”.
Compra i biglietti